32.

E se è stato scritto un post d’andata, è giusto che ne venga lasciato uno di ritorno.
Un ritorno alquanto disagiato. Problemi di biglietti, di tempo, di coincidenze. Di scelte e posizioni. Un ritorno solitario senza la compagnia di A., che ha preferito restare un altro giorno per godersi la rappresentazione della guerra d’indipendenza americana (organizzata per l’uscita del videogames Assassin’s Creed III).
Solitario ma non solo…kg di carta mi fanno in qualche modo compagnia, sempre gradita e piacevole.
E nel mentre percorro al contrario le lettere dell’alfabeto, torno alla lettura.

“Dimmi che sarà facile…”
“Non è mai facile!”

image

Annunci

31.

Viaggiare in treno mi fa sempre un certo senso. Quando prendi l’ aereo è tutto più immediato: parti da A e arrivi a Z.
Con il treno, invece, tra A e Z vi sono altre 19 lettere. E queste 19 lettere non sono altro che 19 diversi paesaggi, colori, odori (anche se al momento l’unico odore annusabile è di gomma bruciata), persone: 19 diverse vite. Ecco, sto attraversando le 19 vite dell’alfabeto che uniscono Roma a Lucca.