39.

La vita è come un cerchio tracciato a mano. Impreciso, dunoso, irregolare. Non è circolarmente perfetta. La vita non possiede diametri regolari nè tantomeno raggi di uguale lunghezza. È piuttosto un abozzo di linee disegnate da una mano che trema: d’emozioni, di sentimenti e di pensieri; scossa dall’esperienza e all’ombra di paure.
La vita non è un cerchio che nasce dalla precisione d’un compasso nè dall’aiuto d’un cilindro. È invece una linea rotondeggiante insicura, esitante, dubbiosa.

Perché la vita è unica nel suo esser costituita di attimi. Perché ha i suoi momenti di smarrimento e di sconforto; ma termina sempre là dove è iniziata. Perché la vita è una linea chiusa che disegnamo s’un foglio che cade.

35.bis.2.0.1 per il download clicca qui

-Salve Teseifatto’nculà,bravo!, sono Chiara (maddai, non dirmi che sei una donna pure tu: non l’avrei mai detto!) della TIM, numero di chiamata blablabla, ai sensi dell’articolo blablabla le assicuriamo la privacy della chiamata e blablabla. La chiamo al riguardo del suo problema con la TIM YOUNG.-
-Si, finalmente.-
-Volevo metterla al corrente della nostra impossibilità nel ristabilirle la vecchia offerta. Come i colleghi prima di me l’avranno avvisata, i codici non sono più presenti nel nostro server.-
-…-
-Signor Teseifatto’nculà,bravo!?-
-Senta…ma lei lo sa chi sono? Io sono il figlio di **** ****.-
-…-
-Ha capito o devo ripeterle?-
-Non potevamo esserne al corrente. Entro 10 minuti al massimo le verrà riaggiunto il numero amico. Ci scusi enormemente per il disguido, e ci renda lieti di offrirle una maxi ricarica da 50 euro. Ci scusi ancora per il disagio.-

Questo, più o meno, il film che m’ero fatto aspettando la tanto attesa chiamata…in realtà:

-Salve Teseifatto’nculà,bravo!, sono Chiara della TIM blablabla, il numero amico è 327*******, conferma?-
-Precisamente.-
-Bene, l’abbiamo riaggiunto, arrivederci.-

EDDAJE!

35.bis

Perché è una legge universale che se qualcosa può andar male, andrà sempre peggio di quanto puoi aspettarti.

Poco fa ricevo la chiamata di un operatore TIM (inutile dirvi il gender sessuale, vero?) la quale mi informa che il mio piano tariffario non esiste più, e che devo accontentarmi d’avere 1GB di navigazione e 1000sms a 6 euro mensili ad vitam (anziché solo per 2 anni). Ho rifiutato ed ho richiesto di inviare la segnalazione ai tecnici TIM.
Mi richiameranno Lunedì. ‘NAMO BENE.

35.

Premessa n.1: Me l’avevano detto.

Premessa n.2: Mi hanno detto “te l’avevo detto”.

Premessa n.3: Odio quando mi dicono che me l’avevano detto.

Cioè, io ho un rapporto particolare con le compagnie telefoniche mobili. Non mi piace spendere con il cellulare… Diciamo che son proprio ‘n taccagno con le ricariche. Della serie che per i 5 anni che son stato WIND campavo con 5 euro per 1 mese e mezzo/due. M’ero trovato un’offerta bellissima: 2 euro al mese per 4mila msg gratis verso i WIND. ‘Na pacchia considerando che i miei famigliari, la mia ragazza e gran parte dei miei amici erano WIND.
Poi lo smartphone è arrivato, ed ha distrutto il mio Eden telefonico.
Il cambio d’operatore è stato inevitabile (i piani tariffari WIND per i pacchetti con internet erano troppo alti per i miei standard…ché poi ‘sti stronzi negli ultimi mesi m’avevano pure aumentato la tariffa mensile di un euro…ma voi sapete che significa?! Che non potevo più campare per due mesi con una ricarica da 5 euro. Cioè.), e dopo lunghissime ricerche…

Io: Devo cambiare operatore per avere internet.

[Mio fratello in questo post assumerà le fattezze del serpente della Bibbia]

Serpente: Ssssscegli TIM, con sei euro al mese hai internet 1GB, 1000sms verso tutti e chiami un numero TIM gratis per sempre…
Io: Dici che è buona TIM? C’è C. che continua a ripetermi che è una sòla e ti rubano sempre soldi.
Serpente:Sssssscemenze, passa a TIM, così con il passssssssaparola entrambi non paghiamo per sei mesi.

…dicevamo…ah si, dopo lunghissime ricerche passo a TIM YOUNG SENZA SCATTO ALLA RISPOSTA POTENZIATO CON IL PASSAPAROLA…’na svolta: primi sei mesi aggratisse. Successivi due anni a 6 euro al mese. Dopodiché 9 euro.

Dopo più e più richieste, suppliche e capricci, son riuscito a convincere anche C. a passare a TIM con la bugiardissima promessa del “Eddai! Così possiamo chiamarci ogni tre secondi, non sei contenta?!”.
Tutto è sembrato andare liscio fino a…stamattina. Mi son svegliato con un sms della TIM: Gentile cliente dal momento che non ha effettuato una ricarica entro 30gg, TIMYOUNGPASSAPAROLA le è scaduta e dovrà pagare. Aspè…cazzo stai a di?!

Chiamo immediatamente l’operatore e ci faccio una bella chiaccherata…dopo 10 minuti d’attesa vengo informato che poiché non ho ricaricato (c’avevo 15 euro…cosa minchia dovevo ricaricare?!) passaparola viene annullata, e con essa anche la mia TIM YOUNG SUPER FIGA.

Eh?! Che?! Ahò Angela (questo il nome della sfortunata) me stai a pija ‘n giro? Fa la brava che io son passato a TIM solo per questa offerta, vammela a rimettere, eh. Capimose ché io son taccagno, mica scemo.

Rispiego educatamente e con autocontrollo (molto autocontrollo) la situazione ed il disguido, e vengo rassicurato dalla buona Angela che avrebbe fatto di tutto per risolvere il problema, e d’aspettare una sua chiamata in mattinata.
Verso le 11:00, durante la lezione, vibra il cellulare. Il banco trema. Immediatamente corro fuori dall’aula (della serie che tutti e 100 i colleghi avranno pensato c’avessi la dissenteria).
-Pronto?-
-Pronto, Signor (in questa breve discussione assumerò il nome di Teseifatto’nculà,bravo!) Teseifatto’culà,bravo! il massimo che posso fare è quello di rimetterle la TIMYOUNG a 9 euro al mese. L’offerta passaparola è scaduta in quanto non ha ricaricato, e non può essere applicata due volte ad uno stesso numero.-

Eh?! Che me ‘stai a di? 9 EURI al mese? Quando dovevo avere gratis 6 mesi e poi 6 euro per altri due anni? Ahò Angela, vedi de fa la brava che me cominciano a girà come ‘n Beyblade.

-Guardi, cerchiamo di ragionare. Io son passato da WIND a TIM ad inizio Ottobre, sicché i due anni a 6 euro mensili ce l’ho da contratto. Quindi va bene che non ho più quelli gratis, ma esigo di riavere il mio piano tariffario.-
-Signor Teseifatto’nculà,bravo! lei ha ragione, ora provo a sentire i colleghi e la richiamo entro mezz’ora al massimo-
Dopo 10 minuti:

-Gentile Signor Teseifatto’nculà,bravo! in via DEL TUTTO ECCEZIONALE (me l’avrà ripetuto una decina di volte) le abbiamo rimesso la TIMYOUNGSENZASCATTOALLARISPOSTA a 6 euro per i primi 24 mesi. Abbiamo anche aggiunto nuovamente il suo numero amico TIM-

Ce l’abbiamo fatta? Macchè. Perché dopo alcune ore, effettuando una chiamata al mio numero-amico-TIM, mi arriva il msg con lo scalo di soldi. Eh?! Cosa?! ME scalano i soldi, A ME? Io che non pagherei per una chiamata manco in fin de vita?!
Richiamo di nuovo. Mi risponde Marika. Le spiego il problema, e mi viene risposto che l’altra operatrice (Angela arimortacc…) ha inserito, per errore, il codice della nuova TIMYOUNG (identica ma senza le chiamate aggratisse a vita verso un numero TIM) e che l’inserimento del vecchio codice, la cui promozione ormai è scaduta, può essere aggiunto solo dopo che la pratica è stata approvata dal Centro  Reclami.
Nel tardo pomeriggio ricevo la chiamata (questa volta è Emanuela) e la conferma che il mio reclamo è stato accettato, ed entro Martedì/Mercoledì riavrò il mio piano tariffario super-figo.
La morale della storia? Che me l’avevano detto. Ah, e che gli operatori TIM son tutte donne.

33.

Ricorda per sempre il 5 Novembre, il giorno della Congiura delle polveri contro il Parlamento. Non vedo perché di questo complotto, nel tempo il ricordo andrebbe interrotto.

(V for Vendetta)

_______

La Congiura delle polveri (The Gunpowder Plot) del 1605 fu un fallito complotto progettato da un gruppo di cattolici inglesi a danno del re Giacomo I d’Inghilterra.
Il piano dei congiurati era quello di far esplodere la Camera dei Lord e di uccidere così il re ed il suo governo durante la cerimonia di apertura del Parlamento inglese, lo State Opening, che si sarebbe tenuta il 5 Novembre 1605, e di rapire i suoi figli nel caso in cui questi non fossero stati presenti alla cerimonia. Il complotto fu ideato il 20 maggio 1604 da Robert Catesby, il quale sosteneva che tutte le strade pacifiche per ottenere una politica di tolleranza per i cattolici erano già state tentate; di fronte a una persecuzione che non diminuiva restava solo il ricorso alla violenza. I suoi compagni erano inizialmente Tom Wintour, Jack Wright, Thomas Percy e Guy Fawkes. Ai cinque ideatori si aggiunsero in seguito Thomas Bates, Robert Keyes, Robert Wintour, Christopher Wright, John Grant, Ambrose Rookwood, Everard Digby e Francis Tresham.
Il piano fu svelato in una misteriosa lettera, conservata attualmente nel Public Record Office, consegnata a Lord Monteagle il 26 ottobre e presentata al re venerdì 1º novembre 1605. Nella notte del 4 novembre Fawkes venne trovato in possesso di trentasei barili di polvere da sparo; fu quindi arrestato e torturato. In seguito i congiurati furono impiccati.
La Congiura delle polveri è ancora oggi vista come l’evento più drammatico nella storia del Parlamento inglese. (Wikipedia)

_______

È d’obbligo, oggi, la rilettura di quel capolavoro che è la graphic novel di V for Vendetta, degli immensi Alan Moore e David Lloyd. Ce sta tutta, come diciamo a Roma.

32.

E se è stato scritto un post d’andata, è giusto che ne venga lasciato uno di ritorno.
Un ritorno alquanto disagiato. Problemi di biglietti, di tempo, di coincidenze. Di scelte e posizioni. Un ritorno solitario senza la compagnia di A., che ha preferito restare un altro giorno per godersi la rappresentazione della guerra d’indipendenza americana (organizzata per l’uscita del videogames Assassin’s Creed III).
Solitario ma non solo…kg di carta mi fanno in qualche modo compagnia, sempre gradita e piacevole.
E nel mentre percorro al contrario le lettere dell’alfabeto, torno alla lettura.

“Dimmi che sarà facile…”
“Non è mai facile!”

image