3.

L’uomo è superficiale, lo sappiamo. Vive immerso nel suo mondo con i paraocchi, con la sterile convinzione che tutto ruoti e giri attorno e per lui. La sofferenza, il dolore, le disillusioni, le delusioni: tutto ciò ci permette di svegliarci dall’ inevitabile torpore sentimentale e spirituale a cui siamo abbandonati alla nascita. Se sai soffrire, se non rifiuti il dolore, ma se invece lo accetti come parte inscindibile dell’essenza ed esistenza umana, se comprendi che esso esiste perché possa esserci in sua assenza la felicità: allora cominci a guardare il mondo, la gente, i sentimenti in maniera differente. “Einmal ist keinmal”, recita il proverbio tedesco. Se “ciò che accade una sola volta è come se non fosse mai stato” allora, riflettendo con Kundera, anche la vita è un nulla assoluto. Ma se si prende realmente coscienza e conoscenza che la vita proprio perché unica, proprio perché costruita da attimi irripetibili è magnifica e insostituibile, allora probabilmente si può essere capaci di dare il giusto valore ai momenti, alle gioie, al dolore. Schopenhauer ci insegna che la felicità è il fuggire maggiormente il dolore ed i problemi. Ma non è vero: la felicità è l’aver conosciuto, accettato ed aver imparato dal dolore. È una fonte di crescita necessaria.

Annunci

9 pensieri su “3.

    • Non è pessimismo, davvero! È solo la consapevolezza che il dolore fa parte della natura umana tanto quando la gioia. D’altro canto, per essere banali e scontati, come potrebbe esistere lo status di felicità se non proprio perché ve n’è uno opposto?
      Grazie per la visita! :)

  1. Il dolore mi ha fatta ciò che sono. Proprio un discorso di oggi, di dolore che mi ha resa la persona che sono. Di responsabilità del proprio dolore e di quello degli altri. Comprendendo, accettando e digerendo il proprio dolore si può essere completi. Si.

      • A volte, invece, devi imparare a convivere col dolore, e lo devi fare senza farti sopraffare. Allora diventa parte di te, ti contraddistingue ogni giorno. Se il dolore viene filtrato nel modo giusto diventa facile, e porta ad essere felici.

  2. Saggissime parole.

    “Potrei essere piuttosto incazzato per quello che mi è successo, ma è difficile restare arrabbiati quando c’è tanta bellezza nel mondo. A volte è come se la vedessi tutta insieme, ed è troppa. Il cuore mi si riempie come un palloncino che sta per scoppiare. E poi mi ricordo di rilassarmi, e smetto di cercare di tenermela stretta. E dopo scorre attraverso me come pioggia, e io non posso provare altro che gratitudine, per ogni singolo momento della mia stupida, piccola, vita. Non avete la minima idea di cosa sto parlando, ne sono sicuro, ma non preoccupatevi: un giorno l’avrete.”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...